XX Raduno Motociclistico “Madonna del Soccorso”

Domenica 09 settembre 2012 con la ricorrenza della Festa della Madonna del Soccorso si è tenuto l’usuale motoraduno, giunto alla sua 20° edizione. Alla manifestazione hanno partecipato oltre cento centauri con variegate moto: da quelle d’epoca a quelle più moderne e qualche quad. Al momento dell’iscrizione i possessori di moto hanno avuto la possibilità di consumare una colazione bagnata con vermuth svegliarino, visto che i primi a registrarsi lo hanno fatto alle ore 8,00. Alle ore 11,00 tutte le moto al rombo del loro motore si sono recate in piazza per metterle in mostra e farle ammirare agli appassionati. Nel corso della celebrazione religiosa due moto, scelte tra quelle più caratteristiche e particolari, sono state poste sull’altare. Al termine della S.Messa tutti i centauri con i loro mezzi hanno ricevuto la benedizione impartita dal parroco Don Mario Angelini, dopo aver letto la preghiera del motociclista. A seguire, il pranzo conviviale degli ospiti della kermesse offerto dal comitato organizzatore con un menù che comprendeva specialità locali. Al termine del pranzo si è svolto il consueto giro turistico nel territorio di Massignano per poi fermarsi presso il campo sportivo dove è avvenuta la premiazione dei partecipanti con consegna dei ricordi di questa edizione. Un premio che merita di essere ricordato è quello attribuito a Ruffini Benito del Motoclub “F. Uncini” di Recanati (MC) per l’originalità del suo casco ornamentato da due belle corna di mucca marchigiana. La moto più antica che ha partecipato al raduno era di costruzione inglese, utilizzata dagli stessi nella II guerra mondiale, marca BSA (Birmingham Small Arms Company) WM20, 500 cm³ monocilindrica a telaio rigido 4 tempi a valvole laterali, prodotta in soli 126.000 esemplari, targata PV24613 del 1931 di proprietà di Pignotti Antonio di Cupra Marittima, acquistata circa 20 anni fa da un privato, e attualmente in ottimo stato di conservazione. La casa motociclista BSA dopo la fine del secondo conflitto mondiale acquisì la Triumph, diventando così il gruppo BSA-Triumph. Questo esemplare di moto è l’unico in provincia ed uno dei pochi in Italia. I motociclisti apprezzano molto questo motoraduno perché è una festa diversa dal solito dove si respira un clima di amicizia e allegria. La Madonna del Soccorso, come Madre guidi i suoi figli motociclisti e li protegga durante i loro spostamenti.

Luigver

 

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.