Un pullman partito da Massignano all’Oktoberfest

Come da tradizione, ogni anno, in occasione del weekend di chiusura dell’Oktoberfest che quest’anno è stato il 4 e 5 Ottobre, il duo Mecozzi-Ciarrocchi di Massignano, in collaborazione con l’agenzia viaggi Pagliarini bus, ha organizzato una gita a Monaco di Baviera, per la tradizionale festa della birra.

Dopo aver trascorso tutta la giornata del sabato all’interno dei tendoni dell’Oktoberfest,  e aver bevuto, come tradizione vuole, la squisita birra tedesca, i partecipanti la gita, si sono ritrovati in pullman per poi trasferirsi in un hotel, dove hanno trascorso la notte.

Il giorno successivo e cioè la domenica, tappa obbligatoria a Pfafaffenhausen, paesino di 2300 abitanti situato a nord di Monaco gemellato con Massignano. Qui hanno pranzato al Gasthusen Croce d’oro di Nino Silenzi, un massignanese che da oltre trenta anni vive in questo paesino della baviera ed artefice del gemellaggio già citato, ma soprattutto un ex bomber rossoblu degli anni sessanta detto Ribout.

Anche in questo caso, durante il pranzo i boccali di birra, offerti dall’ex bomber rossoblu, non sono certo mancati. Alle h.15,00, dopo la foto di rito, con un po’ di tristezza, c’e stata la partenza per Massignano, con la promessa di rivedersi l’anno prossimo.

Fonte: ilQuotidiano.it

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

24 risposte a “Un pullman partito da Massignano all’Oktoberfest”

  • Perchè, questi due signori , non hanno fatto un pulman in Regione per protestare contro la centrale a Biomasse a Marina di Massignano.LE NANO PARTICELLE PRODOTTE DA QUESTA CENTRALE SONO CANCEROGENE.TROVIAMOCI TUTTI QUESTA SERA ALLE ORE 21 AL RISTORANTE IL CONTADINO PER FAR SENTIRE LA NOSTRA VOCE IN DIFESA DELLA SALUTE DEI NOSTRI FIGLI!!

ecologia è libertaà il 13 ottobre, 2014 alle ore 12:24
  • Dottor Montanari, qual è il rapporto tra nanoparticelle e nanopatologie?
    «Il rapporto è assolutamente diretto. Queste polveri sono sospese nell’aria, vengono inalate e respirate entrando nei polmoni. Oppure quando cadono sui vegetali vengono mangiate ed entrano nell’apparato digerente passando nel sangue in pochi secondi ed entro un’ora vengono filtrati dai vari organi. Uno studio buonissimo è quello presentato nel 2002 dall’università di Lovanio: purtroppo non esistono meccanismi per liberarsene: le nanopolveri non sono biodegradabili né biocompatibili. Sono un copro estraneo intorno al quale si formano tessuti di granulazione che provocano infiammazioni che a loro volta possono sviluppare cancro.

  • i promotori di tali centrali sono i vostri candidati che avete votato con tanto entusiasmo addirittura il 44% di cittadini credono in questi signori, per la texon permessi firmati la vigilia di Natale, e i signori che hanno organizzato il pullman per monaco sono stati i primi a lottare contro la centrale texon

  • Esattamente! Al tempo, l’Amministrazione Mecozzi si è battuta con unghie e denti contro la centrale biomasse presso la Texon. A proposito di Marina di Massignano, l’Amministrazione Mecozzi non ha approvato nulla di quanto qualche esponente dell’Amm. Romani va dicendo/diffamando in giro. L’iter di approvazione è stato presentato in ben altre sedi istituzionali e stasera ne sarà data prova. CARTA CANTA! Quindi chi vorrà sentire e leggere la verità, questa sera è pregato di recarsi a Marina di Massignano.
    UNITI PER MASSIGNANO

  • CHE NE PENSA LA LISTA “”DELLA CENTRALE A BIOMASSE A MARINA DI MASSIGNANO?E’ PIU IMPORTANTE LA SALUTE DELLA COLLETTIVITA’ O L’INTERESSE DI QUALCUNO?

VOGLIAMO LA VERITA' il 13 ottobre, 2014 alle ore 18:13
  • LA COLLETTIVITA’ VUOLE CONOSCERE LA POSIZIONE DELLA LISTA ” UNITI PER MASSIGNANO”IN MERITO ALLA CENTRALE A MARINA DI MASSIGNANO.

VOGLIAMO LA VERITA' il 13 ottobre, 2014 alle ore 18:17
  • ???

  • stasera venite e sentirete il nostro pensiero

  • Cari “uniti per massignano”,noi siamo venuti ,ma non abbiamo sentito il vostro pensiero.

VOGLIAMO LA VERITA' il 14 ottobre, 2014 alle ore 08:28
  • volete sentire il mio pensiero, la centrale la faranno comunque anche con l’opposizione dei cittadini, per il semplice motivo che gli interessi sono superiori alla salute.
    non ci sarà comitato che tenga

Ginbattista lacentrale il 14 ottobre, 2014 alle ore 12:37
  • Ma la firma di “uniti per Massignano” sulla relazione del Prof. Federico Valerio ancora non c’è. Visto che l’ex sindaco aveva promesso la sua partecipazione, insieme ai consiglieri di minoranza, le carte per la firma sono loro

    disposizione.

  • si la firma sono d’accordo non e stata messa, ma non è una firma che fa orientare una scelta ma la voglia di far cambiare che conta, poi quando si chiede soldi questo e contro le nostre regole.

Ginbattista lacentrale il 14 ottobre, 2014 alle ore 18:19
  • Sono poco convincenti queste tesi…..Penso invece
    che in questo comportamento c’è una contraddizione di fondo che i cittadini di marina di Massignano hanno ben capito!!!

  • I soldi sono stati chiesti per sostenere le spese vive, la firma serviva per creare un compattamento politico che sicuramente non avrebbe
    lasciato indifferente la provincia nelle decisioni che dovrà apprestarsi a prendere. Forse il gruppo “Uniti per Massignano” ha qualche problema in questo senso…..

  • L’impianto si farà se otterranno le autorizzazioni specofiche se sarà fatto a norma si farà punto e basta.aivoglia i comitati. Aprite le vostre teste energia alternativa lo capite o no !! progresso basta con i combustibili fossili

  • Il sindaco, in qualità di responsabile della salute dei propri cittadini, può bloccare tutto l’iter autorizzativo!

  • il sindaco deve anche salvaguardare le casse comunali,ipotesi che gli concedono le autorizazioni il sindaco non potra far altro che rilasciare il permesso a costruire, in caso contrario il privato cita il comune per danni, sono proprio curioso vedere che atteggiamento prenderanno gli attuali amministratori?
    penseranno alla salute del cittadino!
    penseranno alle casse comunali!
    questo è il dilemma.

  • Casse comunali?…Io penso che questa amministrazione abbia altre priorità…la salute dei cittadini per esempio!

  • VOGLIO RINGRAZIARE INNANZITUTTO IL GRUPPO DI CITTADINI DI MARINA DI MASSIGNANO E L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE NELLA PERSONA DEL SINDACO MASSIMO ROMANI CHE LUNEDI SERA AL RISTORANTE IL CONTADINO HANNO MESSO IN SCENA LA DEMOCRAZIA.RINGRAZIO INOLTRE GLI ESPERTI :PROF.VANTAGGI E PROF.FEDERICO VALERIO,CHE HANNO SPIEGATO IN MANIERA ESAURIENTE CHE LE EMISSIONI DELLA CENTRALE SONO CANCEROGENE E CHEL’UNICO VANTAGGIO CE L’HA L’MPRENDITORE CHE INCASSA GLI INCENTIVI .

  • Se i vari enti preposti rilasciano parere favorevole l impianto si farà e l’ufficio tecnico non può esimersi dal rilascio dell’autorizzazione.Di questi impianti ce ne sono a decine in italia, se fossero nocivi per la salute non ci sarebbero. Saluti al comitato. Evolvetevi……

  • ben detto

Ginbattista lacentrale il 15 ottobre, 2014 alle ore 19:01
  • Mentre l’amministrazione Mecozzi manifestava contro la centrale Texon in contemporanea approvava varianti urbanistiche che avrannp un impatto devastante un ns paesaggio, rilasciava permessi a costruire per 4 impianti fotovoltaici a terra che se non era per la minoranza avrebbero occupato una superficie agricola pari a 12 campi di calcio ed infine ha deciso di uscire dal parco marino

  • Cittadino paesano anche l’amianto, fino a qualche anno fa, “non era nocivo”…e adesso?!

  • Che ne pensa UNITI PER MASSIGNANO dell’articolo su Il Corriere Dell’Adriatico di oggi, nel quale viene dichiarato che l’ex sindaco era d’accordo con la realizzazione della centrale?