Samb: Intervista al tecnico, Ottavio Palladini.

In un clima disteso e tranquillo abbiamo incontrato, ai bordi del terreno di gioco di Massignano , tra un allenamento e l’altro, il mister della U.S Sambenedettese 1923, Ottavio Palladini, ex calciatore nel ruolo centrocampista cresciuto nel vivaio della stessa società sambenedettese negl’anni ’90  che è riuscito, nella sua carriera, a solcare i campi della massima serie calcistica con il Pescara ed il Vicenza. Nella stagione 1992 ’93 è stato anche convocato nella Nazionale Under 21. Al tecnico abbiamo posto queste domande che sintetizziamo qui di seguito:

Alla fine di questo periodo di preparazione estiva come si è trovato nel nostro paese?
Per il mio gruppo è la prima volta che veniamo a Massignano e devo dire che ci siamo trovati veramente bene. Siamo stati accolti con la massima disponibilità sia da parte dalla cittadinanza che dal personale dell’Hotel Villa Aniana dove ho trovato molta cordialità e gentilezza ed una cucina squisita preparata dallo chef Simone Sacchi molto curata e raffinata. Nei momenti di pausa presso la struttura ricettiva si poteva godere periodi  di relax a bordo piscina. Le attrezzature e le strutture sportive che ci sono state messe a disposizione sono state adeguate, e ci hanno consentito di fare un’efficace ed opportuna preparazione.

Quali sono le aspettative per il prossimo campionato?
Lo scopo di queste giornate trascorse a Massignano devono servire a creare un gruppo di ragazzi coeso ed amalgamare la squadra visto che ci sono stati diversi inserimenti fatti con la campagna acquisti. Nel prossimo campionato, che avrà inizio domenica  4 settembre 2011 ci troveremo a lottare con formazioni come: Ancona e Teramo dove, noi sicuramente avremo qualcosa in meno a livello tecnico, ma possiamo sopperire a questo con un profilo motivazionale superiore di questi ragazzi, che ci permetterà indubbiamente di fare bene.

Quali sono gli impegni imminenti della squadra?
Abbiamo fatto diverse partite amichevoli con squadre di categoria superiore come: Paganese e Giulianova durante le quali abbiamo tenuto bene il campo nei vari settori, ovviamente ci sarà da migliorare e affinare alcune scelte tecniche. Domani ci sarà l’incontro amichevole al “Riviera delle Palme” con il Siena, compagine di Serie A, dove cercheremo di comportarci egregiamente e provare in alcuni reparti delle scelte;  in campo non ci saranno  il centravanti  Pazzi per un piccolo problema muscolare e il nuovo arrivo Storani.

Nel test amichevole con la formazione locale, come ha visto la nostra squadra di II categoria?
La squadra locale mi ha fatto una buona impressione, è ben disposta in campo anche se non ci sono nomi di calciatori importanti; potrà fare un buon campionato di categoria e lottare per la salvezza con tranquillità. Quello che conta in questi casi è: avere la motivazione giusta.

Se dovesse rimanere per il prossimo anno con la Samb consiglierebbe di nuovo Massignano?
Sì. Massignano è stato per la nostra squadra un punto di partenza importante, come tutte le cose, visto che si è trattato della prima volta si potrà migliorare nell’organizzazione.

A livello logistico Massignano è disposto molto bene nei confronti di S.Benedetto del Tronto, per qualsiasi eventualità occorrente all’ultimo momento la sede sociale è raggiungibile in brevissimo tempo.
Un altro motivo per cui lo consiglierei e che: si mangia magnificamente e si riposa divinamente.

Al termine di questa breve chiacchierata salutiamo il tecnico formulandogli il miglior “in bocca al lupo” per il prossimo campionato di “Serie D”.

LuigVer e PC

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.