Replica del Gruppo “UNITI PER MASSIGNANO”

Riceviamo e pubblichiamo

REPLICA DEL GRUPPO UNITI PER MASSIGNANO

REPLICA IN MERITO ALLE PRECISAZIONI DELL’AMMINISTRAZIONE ROMANI SULLE ALIQUOTE TASI

Dopo la nota di chiarimento dell’Amministrazione comunale, il gruppo “Uniti per Massignano” risponde, nella speranza di chiudere la polemica una volta per tutte:

1. Cento giorni son pochi per prendere decisioni chiare sulla TASI, che andassero nella direzione dei cittadini, ma sembrano sufficienti per raccontarsi ed elogiarsi in assemblee pubbliche a quanto pare.

2. Le aliquote TASI, TARI e IMU non sono state votate da noi prima delle elezioni, perché nessun Comune che andava al voto poteva approvarle prima delle elezioni. Il Nulla osta governativo è arrivato quando tutti i consigli comunali chiamati al voto erano già sciolti, ai sensi della legge. Dobbiamo aggiungere altro?

3. Il gruppo Uniti per Massignano conosce benissimo i meccanismi del Patto di Stabilità, visto che per anni ne ha avuto a che fare. “Massignano Cambia” ha negato l’esistenza del patto di stabilità per tutto il periodo elettorale, salvo poi sbandierarlo a propria giustificazione il giorno dopo aver vinto le elezioni. Pertanto, sulla gestione dei 160.000 € di avanzo, avremmo anche dei suggerimenti che sarebbero stati utili per evitare l’aumento dell’aliquota TASI, ma siamo già stanchi di suggerirvi come amministrare. Siamo sicuri che presto troverete il modo di far fronte a ogni incidente di percorso che si porrà sulla vostra strada.

4. Sull’attivazione del porta a porta precisiamo che il servizio comporta un risparmio per il cittadino e per l’amministrazione come ben sapete, il resto delle spese correnti sono normale amministrazione.

5. MOLTO IMPORTANTE: la minoranza ha il dovere di partecipare ai consigli, non alle assemblee. Quella è una scelta personale di ciascun consigliere, non un dovere civico. Gli argomenti che avete trattato in Assemblea andavano trattati nell’ufficialità del consiglio, visto che erano giustificativi della manovra di tassazione alle stelle da VOI attuata.

6. Vi invitiamo a cambiare registro: i fedelissimi di Mecozzi di cui parlate non sono uno sparuto gruppo di ex consiglieri, i fedelissimi sono 400 elettori che hanno creduto ancora nel nostro gruppo. Noi riceviamo le lamentele dei cittadini e le riportiamo. L’Amministrazione è chiamata a non sottovalutare queste voci. Noi di Uniti per Massignano vigiliamo, siamo sempre amministratori comunali, sebbene di minoranza.

7. Invitiamo l’amministrazione, prima di denigrare solo il nostro operato decennale, a informarsi meglio piuttosto che sparare a zero. E’ ormai ora di amministrare, l’era dell’opposizione per voi è finita. La fretta poi è cattiva consigliera e fa dire anche paroline sgradevoli. Elenchiamo pertanto di seguito le denigrazioni rivolte a noi in soli 100 giorni di amministrazione: “Asini che volano”, “Bel Teatrino”, “superficialità”, “demagogia”. Continuate così noi raccogliamo e archiviamo. Poi (forse) faremo un calendario con i vostri bizzarri appellativi con i quali ci omaggiate.

8. Infine, sul caso del personale, accogliamo la precisazione del Sindaco Romani, ma resta il fatto che durante l’Amministrazione Mecozzi i dipendenti hanno sempre risposto alle direttive degli amministratori e le aliquote delle tasse ne hanno beneficiato. Quindi cogliamo l’occasione per ringraziare i dipendenti dei dieci anni di lavoro insieme a noi. Grazie.

Gruppo di minoranza

UNITI PER MASSIGNANO

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo: