Referendum 4 dicembre, orari e affluenza

Roma, 4 dicembre 2016 – Aperti regolarmente alle ore 7 i seggi per il referendum costituzionale. Si vota fino alle 23. Dopo una campagna referendaria lunghissima e dura, il grande giorno è arrivato: oggi gli italiani decideranno con il loro voto se approvare o bocciare la riforma istituzionale. Sono 47 milioni gli elettori – di cui 22,4 uomini e 24,2 donne – chiamati alle urne. All’estero invece sono circa 4 milioni gli italiani che hanno diritto al voto, e fonti ufficiose parlano di un 40% che ha effettivamente espresso il suo sì o il suo no. Inevitabilmente alla vigilia ci sono state le ultime polemiche tra i Comitati del sì e del no sulla violazione del silenzio elettorale, mentre ai Comuni che protestano sui rimborsi delle spese per i seggi il Viminale replica: “Riavranno tutto”. Matteo Renzi si è presentato ai seggi poco prima delle 11 al seggio di Pontassieve e ha votato insieme alla moglie Agnese. 

Referendum, orari: quando si saprà il risultato

ISTRUZIONI PER IL VOTO – Allora, ricapitolando, ecco le regole della consultazione elettorale. 
a – Si vota solo domenica 4 dicembre, dalle 7 alle 23, dopo di che inizierà lo spoglio delle schede.
b – Ecco il quesito presente sulla scheda: “Approvate il testo della legge costituzionale concernente ‘Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione’ approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?”.
c – Non essendo un referendum abrogativo, ma confermativo, non è previsto alcun quorum perché la decisione degli elettori sia valida

I DOCUMENTI – I documenti di identità da presentare al momento del voto sono quelli ricompresi in una delle tre seguenti categorie: 
1) carta d’identità o altro documento d’identificazione munito di fotografia, anche se scaduto, rilasciato dalla pubblica amministrazione
2) tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare
3) tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia.

LA TESSERA SCADUTA – La tessera elettorale si rinnova presso l’ufficio elettorale del comune di residenza, che per l’occasione resterà aperto anche oggi per tutta la durata delle operazioni di votazione, e quindi dalle ore 7 alle ore 23.

SFIDA ALL’ULTIMO CLIC – Intanto sui social si è assistito a una sfida all’ultimo bit fra i comitati del no e del sì al referendum costituzionale. Cercando su Google si scopre l’indice di quanto il comitato per il sì ha investito in questa campagna referendaria: Alle domande “m5s” e “Beppe Grillo”, la prima risposta è un link intitolato “Bufale del Movimento 5 Stelle – Perche il No è sbagliato – bastaunsi.it”. Se la parola cercata è “Silvio Berlusconi”, la prima risposta di Google è “Silvio Berlusconi su Libero – Alla fine voterei si – bastaunsi.it”. “Scopri cosa pensa Berlusconi”. Si tratta in entrambi i casi, ed è indicato inequivocabilmente, di annunci a pagamento. Finanziati evidentemente dal comitato per il sì.
Ma sul web e sui social network la campagna elettorale è stata particolarmente dura da entrambe le parti. A metà novembre, i comitati per il no registrarono un sito “bastausi.it” comprando il dominio con il refuso contenuto nella lettera di Matteo Renzi. 

Fonte: http://www.quotidiano.net/politica/referendum-4-dicembre-istruzioni-1.2727006?wt_mc=newsletter.2016-12-04..

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.