Parliamo un pò del coro?

Qualche decennio fa, con la banda musicale in piena attività, camminando per il paese era facile incontrare qualcuno che ti diceva “parleme moccò dà bande”. Si creava, con grande spontaneità, un momento di discussione e di scambio di relazioni tra persone anche di età diverse.

Ora, se pure in modo meno frequente, il coro parrocchiale è diventato motivo di interesse e discussione.

I più sono molto entusiasti di questa istituzione che è riuscita a fornire un discreto servizio in molteplici e variegate celebrazioni ecclesiastiche.

E’ stato sviluppato un repertorio molto vasto che oltre a raccogliere i canti della tradizione locale, ha visto la proposizione dei canti gregoriani, dei canti classici, dei canti post-concilio Vaticano II° e dei canti di autori contemporanei.

Certo, oltre agli apprezzamenti, non mancano le critiche. C’è chi sostiene che i canti in latino rendano la celebrazione più coinvolgente e chi, invece,  troppo stancante. Chi ritiene che l’uso della chitarra dia un maggior vigore ed espressività al canto e chi, per contro, pensa che la chitarra sia da abolire in Chiesa e si debba ritornare alle celebrazione pre-concilio. Chi è attratto dal canto vigoroso ed appassionato e chi, invece, sostiene che a volte sia troppo strillato o sgraziato.

Critiche ed apprezzamenti a parte, è indiscutibile che non è importante il tipo di canto che si fa, lo strumento che si usa o qualsiasi altra cosa ma quello che conta è lo spirito con cui si vive il canto liturgico, come preghiera comunitaria.

E’ certo che l’obiettivo non è quello di dar vita ad una “corale” ma a un semplice coro parrocchiale che cerca di aggregare persone diverse e fornire un adeguato servizio liturgico.

Fino ad oggi ha coinvolto attivamente una trentina di persone, alcune delle quali hanno garantito una presenza molto assidua.

Comunque, a garanzia di una sicura continuità costante è indispensabile che anche altre persone motivate forniscano la loro disponibilità.

Chiunque può far parte del coro parrocchiale, senza particolari test d’accesso, quello che conta è la passione e la disponibilità ad accettare un minimo di rigore.

Elledipi

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

Una risposta a “Parliamo un pò del coro?”

  • e’ un’ottima iniziativa da apprezzare e mantenere nel tempo