Palio dell’Orcio alla festa medievale

La XVIII festa medievale, organizzata dall’Amministrazione comunale e Pro Loco si è tenuta a Massignano il 5 agosto 2012, stessa data, in base ad una pergamena ritrovata nell’ Archivio comunale, di un processo a carico di un giovane del luogo per aver molestato delle giovani fanciulle risalente al 1436. L’edizione di questo anno è stata caratterizzata dal 1° Palio dell’Orcio tra le varie contrade del paese vinto dalla Contrada Montecantino. La competizione tra le diverse entità territoriali del paese è stata ideata da Gianfranco Parigiani che ha preso spunto dalle molteplici feste medievali che si svolgono in varie cittadine personalizzandola con l’Orcio (recipiente panciuto con due manici, realizzato in terracotta, con una bocca per il riempimento e un becco per lo svuotamento), oggetto tipico del luogo e costruito in abbondanza dai nostri antenati, vasai. La disfida si è perpetrata nel piazzale antistante l’edificio scolastico, sotto il controllo vigile di tre giudici rigorosamente in abiti del tempo. Anche il concorrente, scrupolosamente in costume medievale, assistito dall’alfiere con lo stendardo della Contrada, doveva compiere un percorso misto ad ostacoli, riempiendo da un tino l’orcio, portarlo in testa per l’intero tragitto sostenendolo con una sola mano e al termine vuotarlo in un contenitore di vetro, il tutto nel tempo di otto minuti. Vinceva chi trasferiva dal tino al contenitore di vetro più acqua. Nel centro storico vi era la possibilità di consumare dei pasti secondo un menù tipico medievale, con musica e atmosfera del periodo storico uno tra più affascinanti della nostra storia. Alle ore 22,00 è partito il corteo medievale con tutti i personaggi del tempo ed in piazza è stato riprodotto il processo sommario a carico del ragazzo imputato di molestie con sentenza finale di amputazione della mano destra. A seguire danze medievali e spettacolo di sbandieratori a suon di tamburo.

Luigver

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.