Massignano: lavori in corso sul territorio comunale

Sono in corso un serie di lavori sul territorio comunale già previsti nel bilancio 2016 e successive variazioni, il cui avvio ha subito dei piccoli rallentamenti a causa della mancanza di alcune autorizzazioni amministrative, festività di fine anno e maltempo.

Scuola  – investimento di circa 25.000,00 euro

  • Verifica di vulnerabilità sismica dell’edificio scolastico;

  • Collaudo statico dell’edificio adibito ad attività ludico sportive adiacente e a servizio della scuola  – già completato.

Strade – investimento di circa 50.000,00 euro

  • Contrada Marezi – strada sottostante il Viale delle Rimembranze (sistemazione frana e manto stradale);

  • Contrada Fontane (sistemazione manto stradale) – già completato;

  • Marina di Massignano – zona famiglie Pieroni/Mignini (sistemazione manto stradale).

Illuminazione pubblica – investimento di circa 25.000,00 euro

  • Installazione corpi illuminanti a led sul tratto di provinciale che va dal Cimitero al Campo Sportivo.

Il Sindaco Massimo Romani dichiara: “In linea con la politica che portiamo avanti dall’inizio del mandato, anche nel corso del 2016 abbiamo investito gran parte delle nostre risorse sulla sicurezza e in particolare su quella scolastica; vorrei ricordare, infatti, la verifica statica dei solai della scuola effettuata lo scorso luglio.

L’installazione della nuova linea a led è solo la prima parte del progetto che prevede la sostituzione di tutte le luci del territorio comunale, che spero di poter completare prima della fine del mandato.

Si tratta a tutti gli effetti di un investimento, che ridurrà sensibilmente le spese correnti derivanti da bollette elettriche e manutenzioni, portando, inoltre, un indiscutibile beneficio all’ambiente.”.

 
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

27 risposte a “Massignano: lavori in corso sul territorio comunale”

  • Non capisco….. fino a poco tempo fa l’Ammistrazione Comunale sosteneva, si lamentava, gridava ai quattro venti dello sperpero di denaro e del prosciugamento delle casse comunali eseguito dalla passata amministrazione. L’impossibilità di usare eventuali fondi causa patto di stabilità al quale sottostava il comune. Ora da come riportato in questo articolo, sono usciti dalle casse 100.000 euro più la sistemazione di diverse strade comunali. Ora mi chiedo ! O l’amministrazione attuale millantava ed accusava ingiustamente quella passata, oppure c’è stata una donazione al Comune di qualche benefattore, oppure l’amministrazione ha appena imparato a reperire fondi nei nascosti meandri della burocrazia statale. Sarei interessata ad avere delle delucidazioni. P.S. NON CENSURATE QUESTO POST. CHE NON HO DETTO NULLA DI MALE. saluti

  • Premetto che sono lontano da Massignano per motivi lavorativi ormai da tre anni, ma questo mi serve anche per dire che non è dunque mio obiettivo difendere l’attuale amministrazione o altre cose simili anche perché non so nemmeno chi siano.

    Comunque c’è da tenere presente che un’amministrazione comunale ha in entrata le nostre tasse. In particolare cito IMU e TASI che si pagano senza un corrispettivo servizio apparente (es. la TARI si paga per il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti) e che quindi “dovrebbero” essere investiti per il comune e i suoi abitanti come in questo caso.

    Inoltre ho letto qualche tempo fa un volantino con gli obiettivi raggiunti tra cui un interessante “rinegoziazione dei mutui” che con i tassi attuali dovrebbe aver portato ad un risparmio consistente.

  • Tasso variabile o tasso fisso ?

  • ………………”Si tratta a tutti gli effetti di un investimento, che ridurrà sensibilmente le spese correnti derivanti da bollette elettriche e manutenzioni, portando, inoltre, un indiscutibile beneficio all’ambiente.” (articolo sopra).
    SCENZIATI:
    LED E INQUINAMENTO LUMINOSO
    Ma quali sono i motivi per cui l’inquinamento luminoso è cresciuto negli ultimi anni? Gli scienziati portano all’attenzione il fatto che l’attuale passaggio dalle lampade al sodio a quelle a LED abbia determinato un notevole aumento dell’inquinamento luminoso nella parte blu dello spettro, a parità di luce prodotta. Inoltre, si stima che entro il 2020, i LED verranno impiegati per il 70% di tutta l’illuminazione. Tutto ciò si traduce in aumento dell’inquinamento di due o tre volte, fenomeno che sta già portando seri rischi per per esseri umani ed animali. Ad esempio, buona parte della popolazione mondiale a non utilizzare più la visione notturna, quella in cui entrano in gioco i bastoncelli. Non solo, vi sono effetti negativi anche per gli ecosistemi degli animali notturni e per i cicli del sonno degli essere umani. Quindi, per invertire questa tendenza, l’unico modo sembra essere quello di rendere i sistemi di illuminazione pubblica più smart. Una delle possibili soluzioni riguarda la diminuzione dell’intensità delle luci, quando non sono necessarie, che oltre a portare un risparmio economico permetterebbe di diminuire l’inquinamento luminoso. Nel prossimo futuro, l’obiettivo è quello di invertire questa tendenza e rendere le nostre città più intelligenti e rispettose della notte.

  • La conoscenza è un bene …..
    BLOG NON CENSURATE !!!

  • «Questo progetto di citizen science è di vitale importanza per i ricercatori impegnati in molti campi scientifici – concludono all’ IAU – Studiare la tecnologia dell’illuminazione dall’orbita è attualmente ancora più importante rispetto a prima a causa dalla massiccia transizione verso la tecnologia LED. Lampioni LED sono stati installati, o ne è stata annunciata l’installazione, in diverse grandi città così come nelle città più piccole, in tutto il mondo. Il lampioni a LED peggiorano significativamente l’inquinamento luminoso – come ad esempio lo sky glow – in quanto emettono più luce blu e verde rispetto alle luci al sodio ad alta pressione che in genere sostituiscono. La Stazione spaziale internazionale è l’unico luogo dal quale è possibile stimare la prevalenza dei diversi tipi di tecnologie di illuminazione utilizzati nelle città di tutto il mondo e per misurare l’impatto di inquinamento luminoso per l’ambiente e la salute

  • Il commento relativo all’inquinamento luminoso dei led non trova assolutamente al momento una conferma certa. L’articolo tratta di uno dei tanti studi basati sulla tecnologia a LED. Cercare su un qualsiasi motore di ricerca “inquinamento luminoso LED” e postare il primo articolo, contrario a questa tecnologia, giusto per screditare l’opera di sostituzione dell’illuminazione pubblica a Massignano, è un esempio di male informazione. Ce ne sono centinaia di articoli che dicono il contrario. L’unica certezza è che le vecchie lampade al sodio sono il passato mentre la tecnologia LED è in fase evolutiva e di sviluppo rappresentando il presente e probabilmente il futuro. Non ne faccio una questione “politica” (ci sono temi anche più importanti su cui possiamo parlare delle ore) ma volevo solo precisare un’ipotesi di qualcuno non è l’ipotesi di tutti e quindi la verità assoluta

  • sistemi di illuminazione a diodi luminosi (Led) possono avere effetti negativi sulla salute.
    L’Afssa (l’agenzia francese per gli alimenti, l’ambiente e la sicurezza) ha effettuato uno studio, unico nel suo genere, sui possibili rischi derivanti dall’uso di particolari lampade Led a forte intensità e con una notevole componente blu della luce.
    Questi sistemi di illuminazione si stanno rapidamente diffondendo a causa del basso consumo di energia e delle alte prestazioni che presentano però alcuni problemi.
    Sarebbe in particolar modo la componente blu della luce l’imputata di produrre effetti negativo sulla retina, a preoccupare è soprattutto i possibili danni sulla vista dei bambini e il rischio abbagliamento a causa della forte intensità (1000 volte superiore a quella tradizionale) e direzionalità della luce stessa.
    L’Agenzia, per questi motivi, ha sconsigliato l’utilizzo di

  • ‘utilizzo di fonti di luce blu in luoghi frequentati dai bambini e ritiene che queste particolari lampade debbano essere usate solo professionalmente e in condizioni che permettano la sicurezza dei lavoratori. L’Associazione per i diritti degli utenti e consumatori ha sollecitato i ministeri della Salute e del Lavoro affinchè si predispongano le misure di tutela suggerite dall’agenzia francese.
    Il sistema ottico di cui sono forniti i nostri occhi fa convergere la luce sulla retina, che è la parte dei nostri occhi sensibile alla luce, in modo simile a come una lente di ingrandimento può far convergere i raggi del sole del sole su un pezzo di carta. Così come la carta può prender fuoco, una luce che converge intensamente sulla nostra retina può riscaldarla e causare danni permanenti alla vista.
    I fattori chiave che determinano se una particolare esposizione ad un Led può provocare o meno un danno permanente sono la lunghezza d’onda e l’intensità della luce che il Led emette, la durata dell’esposizione e la distanza dalla fonte di illuminazione all’occhio.
    Questo pericolo diventa più pronunciato con l’uso dei led blu ad alta emissione. Questi vengono sempre più spesso utilizzati per illuminare grandi aree, e sono quindi studiati per trovarsi ad una distanza considerevole dagli occhi di chi li guarda, non per essere utilizzati in un’abitazione o comunque adoperati vicino agli occhi.
    Questi LED possono diventare dannosi anche se vengono fatti funzionare oltre la loro specifica soglia massima di corrente.

  • Presadiretta (INCHIESTA SU RAI3)
    Luce sprecata

    Un reportage di Lisa Iotti sull’inquinamento luminoso. L’Italia ha il record del territorio più inquinato dal punto di vista dell’illuminazione. Usiamo la luce artificiale troppo e male. Lo sapevate che otto italiani su 10 non possono più vedere il cielo stellato? Quanto ci costa tutta questa luce sprecata? Perché a Berlino c?è un lampione ogni 15 abitanti mentre a Mantova 1 ogni 5? PresaDiretta entra poi nel mondo della luce a basso consumo. I led ormai sono ovunque, nei telefonini, negli schermi delle tv, nei fari delle macchine, nelle nostre case. Un grande investimento per risparmiare e per diminuire l?inquinamento luminoso. E? proprio così? L’uso massiccio dei led può avere ripercussioni sulla nostra salute?

  • 2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) l’utilizzo di fonti di luce blu in luoghi frequentati dai bambini e ritiene che queste particolari lampade debbano essere usate solo professionalmente e in condizioni che permettano la sicurezza dei lavoratori. L’Associazione per i diritti degli utenti e consumatori ha sollecitato i ministeri della Salute e del Lavoro affinchè si predispongano le misure di tutela suggerite dall’agenzia francese.
    Il sistema ottico di cui sono forniti i nostri occhi fa convergere la luce sulla retina, che è la parte dei nostri occhi sensibile alla luce, in modo simile a come una lente di ingrandimento può far convergere i raggi del sole del sole su un pezzo di carta. Così come la carta può prender fuoco, una luce che converge intensamente sulla nostra retina può riscaldarla e causare danni permanenti alla vista.
    I fattori chiave che determinano se una particolare esposizione ad un Led può provocare o meno un danno permanente sono la lunghezza d’onda e l’intensità della luce che il Led emette, la durata dell’esposizione e la distanza dalla fonte di illuminazione all’occhio.
    Questo pericolo diventa più pronunciato con l’uso dei led blu ad alta emissione. Questi vengono sempre più spesso utilizzati per illuminare grandi aree, e sono quindi studiati per trovarsi ad una distanza considerevole dagli occhi di chi li guarda, non per essere utilizzati in un’abitazione o comunque adoperati vicino agli occhi.
    Questi LED possono diventare dannosi anche se vengono fatti funzionare oltre la loro specifica soglia massima di corrente.

  • Ribadisco che è inutile postare articoli “anti LED”. Si potrebbero tranquillamente inserire decine di articoli “pro LED” che direbbero tutto il contrario dei commenti precedenti. Non li posto perché la ritengo una cosa senza senso visto che la battaglia scientifica tra i favorevoli ai LED e i contrari non finirà a breve e al momento nessuno può dire la “giusta” verità.
    Se volete quindi utilizzare il discorso di un eventuale inquinamento luminoso (che fino a ieri molti neanche sapevano esistesse e che ora ci fa così tanta paura…mah??!!) giusto per muovere una critica all’attuale amministrazione allora lasciate perdere perché è come cercare qualcosa alla cieca. Una discussione politica sulla base dell’utilizzo o meno dei LED la reputo inutile e senza significato.

  • Rispondendo a quello sopra pro led:
    Trova articoli sull’illuminazione pubblica a led di milano. Hanno sostituito tutta l’illuminazione e messo i led spendendo milioni di euro. Ora dopo la presentazione in comune di relazioni di illustri scenziati da parte della minoranza e la sommossa dei cittadini rimetteranno quelle ad incandescenza spendendo altri soldi pubblici. Vedi milano dallo spazio e l’inquinamento luminoso, con tutti i danni alla salute specialmente alla retina degli infanti e bambini. Intanto qualcuno ci ha mangiato !!!! Con i led….. solita Italia. Non ci sono 2 correnti opposte è dimostrato che inquinano e sono nocivi alla salute. Vedete la puntata di presa diretta che ha trattato ed approfondito l’argomento con un inchiesta. L’amministrazione visto che ha fatto riunioni con i cittadini per discutere del nulla,perché riguardo l’impianto dei lampioni a led non le ha fatte poteva anche interpellarci, visto che oltre a fare danni all’ambiente sono anche nocivi alla salute dei cittadini.

  • Visto che sono state già installate al viale e nelle zone giochi bambini fate guardare e fissare le luci ai vostri bambini e dopo qualche secondo vedete se gli fa piacere…… chiedeteglielo……i bambini non fanno politica,anche se questo per voi lo è. Non sapete accettare critiche anche fondate siete presuntuosi. Tanto per ricollegarmi al primo post, sindaco chi è venuto in comune tony binarelli e ti ha fatto apparire 150.000 euro ? Visto che dicevi che non c’era un euro per poter fare qualcosa????

  • Oltretutto quelle luci biancobluastro fanno schifo metteno depressione specialmente a masigna’

  • Ribadisco che non ho interesse a difendere l’attuale amministrazione, non sono loro portavoce e non sono produttore o venditore di led. Ho solo intenzione di difendere una mia opinione cercando però una discussione, con chi non la pensa come me, che sia creativa.
    Rispondo al primo commento dove ritengo ci siano delle informazioni imprecise: la città che aveva deciso di rimettere i vecchi”

  • Lampioni non è milano bensì una città americana. Poi se a Milano hanno cambiato idea da 2 settimane a questa parte questo non lo so ma lo dubito (se ha prove in merito le posti pure visto che sono interessato alla questione). Il problema di milano che alcuni cittadini hanno sollevato è legato all’errata diffusione dei lampioni sul territorio (alcune zone sono troppo buie altre troppo illuminate) e legato all’inquinamento luminoso che è aumentato. La soluzione non risiede nel togliere i led e tornare alle vecchie luci ma semmai togliere molti lampioni e pensare di tenere accesi i presenti in determinati momenti della giornata per evitare lo spreco. Da non sottovalutare il fatto che i led hanno il grosso vantaggio del risparmio energetico (molti meno soldi spesi) e l’abbassamento sostanziale delle emissioni di co2 e dei rifiuti elettronici. Per quanto riguarda poi la questione della luce blu bisogna innanzitutto specificare che NON esistono solo led a luci fredde ma anche calde. Sottolineo che gli studi sugli effetti della luce blu sono ancora sperimentali esistono 2 linee di pensiero come avevo già detto (se riascolta io video presa diretta sentirà che ci sono queste 2 linee).

  • Vorrei rispondere ora al secondo dei 3 commenti. Mi scuso ma mi viene da sorridere qualndo dice di verificare che i led A LUCE FREDDA fanno male facendoli fissare ad un bambino. Non saranno.sicuramente felici ma come non credo che salteranno di gioia se gli facessimo fissare una “vecchia” luce. Il distubo alla retina per luce artificiale non è un argomento solo collegato ai led purtroppo e soprattutto non solo collegato ai lampioni a led. Se però considera questi lampioni così rischiosi allora le consiglio di non accendere tv, tablet, telefonini, etc etc. Quindi non mi ritengo presuntuoso (davanti a prove ancora SPERIMENTALI), anzi, accetto la sua critica e le rispondo per invitarla ad informarsi ancora su un mondo che è assai ampio come quello elettronico (in questo caso i led). Per finire al terzo commento posso solo dire che è questione di gusti. La luce fredda è in effetti meno “accogliente” probabilmente di una calda specialmente all’interno dei centri storici ma si possono sempre adottare led a luci calde e quindi più gialle. Però non torniamo al passato con le vecchie luci.

  • 30-40 anni fa anche i materiali composti di amianto, avevano diverse correnti di pensiero. Era um materiale “cult” l’amianto era presente dappertutto, sopra le nostre teste, canne fumarie, annessi agricoli, in nome del mercato e del dio denaro. Oggi gli effetti sono dimostrati con i morti di cancro e quindi banditi dallo stato.
    Allora dico io, senza tanti tecnicismi opinabili sui led, sfruttiamo altre forme per il risparmio energetico come ad esempio il fotovoltaico ogni palo o ogni 2 pali uno è alimentato con pannelli, ci sono paesi del nord italia che hanno fatto questo e hanno chiuso le porte ai led. Non vorrei, tra 20/30 anni vedere dimostrate le tesi di oggi contro le lampade led. Come dice il proverbio, se si sentono i tuoni da qualche parte piove.

  • Ava’ nge stive na lire dentre le casse du’ cummune mo da ddo’ a rresciti tutti si quatri’ sinnecu nge’ vu’ di niende.

  • Quando si dice la verità (primo post) l’amministrazione attuale fa orecchie da mercante !!!!!
    A proposito preparate un altro nastro tricolore e forbici, che tra poco dovrete innaugurare un’altra struttura ideata, voluta e realizzata dalla passata Amministrazione.
    Mi raccomando avvertite le testate giornalistiche. Mah !

  • CERCHIAMO DI NON FARE TERRORISMO PSICOLOGICO,NE DI OPPORCI AL PROGRESSO E ALL’INNOVAZIONE COME DON CHISCIOTTE CONTRO I MULINI A VENTO.CON L’INTRODUZIONE DELLE LUCI A LED IL RISPARMIO SULLE BOLLETTE E’ CONSISTENTE SENZA NESSUNA CONTROPARTITA SCIENTIFICAMENTE PROVATA SULLA SALUTE DELLE PERSONE.SE POI VI ROSICA PERCHE’ L’AMMINISTRAZIONE ROMANI RIESCE DOVE LA PASSATA AMMINISTRAZIONE NON AVEVA LE CAPACITA’ NEANCHE AD AVVICINARVISI, CIOE’ ALL’INNOVAZIONE CHE PRODUCE SICUREZZA E RISPARMIO COME NELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA SPINTA E NELL’ILLUMINAZIONE A LED,QUINDI MIGLIOR SERVIZIO ABBASSANDO I COSTI,NON POSSIAMO FARVI NIENTE.CONTINUATE A ROSICARE.CARI ROSICONI QUALE SAREBBE QUELLA STRUTTURA DA INAUGURARE FORTEMENTE IEDATA (SIC…PERCHE’ AVEVA IDEE LA PASSATA AMMINISTRAZZIONE?)VOLUTA(?) E REALIZZATA(?????) DALLA PASSATA AMMINISTRAZIONE.

MASSIGNANO NEL CUORE il 8 febbraio, 2017 alle ore 19:45
  • La realtà è sotto gli occhi di tutti. Quello realizzato da’amministrazione Mecozzi e quello fatto o meglio non fatto da quella attuale. Non meriti neanche una risposta.

  • Ma se la vecchia amministrazione neanche si era accorta che il volume di immondizia aumentava di anno in anno vorticosamente perchè tutti i cittadini dei comuni confinanti , mentre nei loro paesi si facevano belli aumentando fino al 65% la raccolta differenziata, in realta’ venivano a riempire i bidoni di Massignano. Per non parlare delle centinaia di migliaia di euro per asfaltare tutto il territorio con 2 o 3 centimetri di asfalto appiccicati spesso addirittura sopra l’erba sul colmo della strada.SI POTREBBE CONTINUARE FINO ALL’INFINITO NELL’ESEMPIO DEI SOLDI SPRECATI (ANDATEVI A VEDERE A QUANTO ERANO ARRIVATI NEGLI ULTIMI ANNI DELL’AMMINISTRAZIONE MECOZZI I COSTI ANNUI DELL’ ILLUMINAZIONE PUBBLICA).

MASSIGNANO NEL CUORE il 14 febbraio, 2017 alle ore 13:47
  • Infatti la strada asfaltata da voi giù la menocchia l’asfalto è di un centimetro e non a norma di legge. I soldi non c’erano e ora spuntano 150.000 mila euro. Avete persino convinto le persone dei paesi limitrofi a buttare la monnezza nei loro cassonetti. Siete dei maghi. Infatti binarelli vi ha fatto apparire i soldi. I lampioni spegneteli che fate prima e non spendete i nostri soldi con i led. Quando andrete a casa vedremo i vostri asini che volano. Risparmiate sulla monnezza perche ora i pannoloni ***** li buttano in strada e non nei cassonetti appositi. Ah ah ah

  • certo i vostri asfalti sono migliori…fate ….