Incontro tra le città gemellate

Grande festa a Massignano organizzata dal Comune in sinergia con la Pro Loco e l’A.S.D. (Associazione Sportiva Dilettantistica) Massignano, per l’arrivo, nei giorni 24 e 25 giugno degli amici tedeschi provenienti dalla città gemellata Markt Pfaffenhausen, situata nel land della Baviera.

Il gemellaggio tra le due cittadine è iniziato negl’anni ottanta, per opera di Silenzi Giovanni, emigrato sambenedettese di mamma massignanese, prima tra le due formazioni di calcio, poi ufficializzato nel 1985 dal sindaco del tempo, Canaletti Dario. Gli incontri tra i due centri si alternano con cadenza biennale ed hanno come fine principale quello di approfondire il legame esistente e consentire una migliore conoscenza reciproca.

Questi scambi tra popoli di città diverse sono favoriti dalla Commissione Europea che li considera degli strumenti efficaci per associare i cittadini ed i loro rappresentanti istituzionali e per rendere più forte e saldo il sentimento di appartenenza all’Unione Europea. Per questi motivi gli ospiti sono stati accolti con calore fraterno ed hanno soggiornato presso famiglie del luogo che si sono rese disponibili per soddisfare i loro bisogni.

Intensi sono stati gli eventi organizzati per loro come: le visite ai musei, ai laboratori di ceramica, giochi popolari, mostra mercato di prodotti tipici locali e il tour alla città delle “Cento Torri” (Ascoli Piceno), con guida in loco in lingua tedesca, molto gradito ed apprezzato. La sera, ritrovo sotto il tendone, appositamente preparato, per gli amici tedeschi, che hanno avuto la possibilità di consumare delle deliziose cene ed apprezzare tanta musica offerta, in giorni diversi, da: Complesso di giovani del paese, Emozioni Italiane del vulcanico Ercole e ballerino, che proponeva anche balli gruppo, dal DJ Mirko e concerto del Corpo Bandistico di Grottammare. Toccante il momento dell’esecuzione degl’Inni nazionali prima quello tedesco e poi quello italiano.

Merita menzione la partecipazione alla S.Messa animata dal Coro Parrocchiale con canti in lingua latina. Durante l’omelia il parroco Don Mario Angelini ha rivolto un pensiero in lingua tedesca agli ospiti. Al termine gli intervenuti si sono recati presso il Monumento dei caduti, dove alla presenza del presidente della provincia Piero Celani, membri dell’Amministrazione italiana e tedesca hanno deposto due corone d’alloro, al suono di tromba.

Tra i due sindaci ci sono stati scambi di doni. Il rappresentante massignanese, Marino Mecozzi, ha donato al Bürgermeister (sindaco) di Markt Pfaffenhausen, Roland Krieger, lo stemma di Massignano realizzato su una piastrella in terracotta con dietro un fischietto multi tonalità ed il calendario che raffigura i due paesi. Il Bürgermeister tedesco invece ha consegnato, per il momento solo il bozzetto, di una stele realizzata in marmo dove sono impressi i nomi dei due paesi, l’anno d’inizio del gemellaggio a tutt’ora e la distanza dei 885 chilometri che li divide. Questo sta a significare che quando l’amicizia viene dal profondo del cuore le distanze anche se notevoli si eludono rafforzando in tal modo l’ideale di appartenenza alla casa comune che è l’Europa. L’auspicio dei due sindaci è quello di consolidare il legame tra i due popoli a partire soprattutto dai più giovani che saranno i protagonisti di domani.

Il momento più commovente è stato quello del commiato, quando tutti gli amici si sono salutati con qualche lacrima sul viso ma con la promessa e la gioia di rivedersi (auf wiedersehen) nel prossimo incontro previsto in quel di Markt Pfaffenhausen, tra due anni nel 2013 .

Per chi non avesse avuto modo di partecipare alle due serate di seguito vi è un reportage fotografico.

LuigVer


Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.