Il PRG di Massignano e la bacchetta magica del Sindaco Romani

In risposta agli articoli in cui l’Amministrazione comunale di Massignano, guidata dall’Ing. Massimo Romani, si autocelebra per l’approvazione del Piano Regolatore Generale, il gruppo consiliare “Uniti per Massignano” espone quanto segue.

L’Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno ha approvato il Piano Regolatore Generale del Comune di Massignano con tutte prescrizioni alle osservazioni nella delibera n. 34 del 23/2/2012, successivamente, l’Amministrazione Comunale Mecozzi ha recepito tutte le prescrizioni della Provincia in consiglio Comunale con delibera n. 7 del 9/5/2012. Così facendo è stato approvato il PRG e, dopo travagliate vicende e dopo oltre trent’anni di attesa per i cittadini, Massignano è riuscita a dotarsi del suo Piano Regolatore.

Per il merito si ringraziano tutti i collaboratori e le Istituzioni pubbliche che hanno permesso al nostro Comune di avere uno strumento urbanistico di fondamentale importanza; vista la tempestività che ha permesso di far passare dall’adattamento alla sua approvazione solo quattro anni.

Dal 2012, anno di approvazione del PRG, si sono susseguite varianti al PRG, alcune di queste fatte dall’attuale Amministrazione Romani, quindi non comprendiamo come ci si possa lamentare delle difficoltà trovate nel lavorare sul Piano stesso, così come il sindaco riferisce su tutte le testate giornalistiche locali.

Per trasparenza, si può trovare sul sito ufficiale del Comune di Massignano la delibera n. 39 del 30/11/2015 dove in un ordine del giorno si è preso atto degli elaborati tecnici e cartografici del PRG, ristampando tutte le prescrizioni approvate dalla delibera n. 7 del 9/5/2012 sulle tavole. Nella stessa delibera si può infatti leggere tutta la cronistoria del Piano Regolatore dalle origini ad oggi.

Ne abbiamo sentite tante negli ultimi due anni: che il PRG a Massignano non esisteva; che esisteva ma che non era stato approvato dall’Amministrazione Mecozzi, che era stato approvato ma non era utilizzabile a tal punto era necessario “rifarlo daccapo”, che il Comune non aveva soldi per permetterselo e, per finire, che il lavoro decennale dove in tanti hanno collaborato, è merito solo dell’attuale Amministrazione Romani. Siamo però abituati, secondo l’Ing. Romani prima della sua amministrazione c’era il deserto e, con la sua bacchetta magica, d’improvviso ha dato alla luce l’intera comunità massignanese. Complimenti Mago Romani!

Con il presente articolo vogliamo difendere l’operato di tante persone, che hanno permesso dopo tanti anni di lavoro di dotare il Comune di Massignano del suo PRG e speriamo di essere stati esaurienti per cercare di riportare chiarezza nelle tante voci che sono balenate indistinte in questi due anni.

Uniti per Massignano

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

2 risposte a “Il PRG di Massignano e la bacchetta magica del Sindaco Romani”

  • ANCORA ASINI CHE VOLANO .FATELA FINITA!PENSIAMO AL FUTURO DI MASSIGNANO E PENSIAMO A FARLO SEMPRE PIU BELLO E PIU VIVIBILE.

massignano nel cuore il 19 febbraio, 2016 alle ore 12:24
  • Alfredo pensaci tu