Il Piceno protagonista alla BIT di Milano

 Il Piceno protagonista alla BIT di Milano conquista gli operatori

immagineLa Provincia di Ascoli Piceno è stata la grande e assoluta protagonista del pomeriggio di venerdì nello stand della Regione Marche allestito alla fiera internazionale del turismo di Milano.Per quasi due ore, lo spazio di tempo più ampio finora concesso agli espositori istituzionali, la speciale presentazione della terza edizione del Festival dell’Appennino con filmati e video-racconti accompagnati dalle suggestioni acrobatiche della Compagnia dei Folli, ha affascinato tra poesia e incanto visitatori e, soprattutto, professionisti del settore che hanno assistito numerosissimi e applaudito a lungo la perfomance, sicuramente una delle maggiori attrazioni della BIT.

In sala, oltre al Presidente della Regione Gian Mario Spacca e al Presidente della Provincia Piero Celani, erano presenti il consigliere Raffaele Rossi, che guida la commissione consiliare turismo di Palazzo San Filippo, il presidente del Bim Luigi Contisciani e il dirigente del Servizio Turismo della Provincia Roberto Giovannozzi nonché numerosi amministratori locali. Ad introdurre l’evento è stato il giornalista Rai Maurizio Blasi che, dialogando con pubblico e amministratori, ha sottolineato il crescente successo della rassegna in termini di partecipanti e comuni aderenti ed evidenziato l’ottimo lavoro dell’Assessore provinciale alla Cultura Andrea Maria Antonini in sinergia con i direttori artistici Carlo Lanciotti e Maurizio Serafini.

Alla presentazione è intervenuto anche il Presidente nazionale di Unioncamere Ferruccio Dardanello che ha elogiato il Festival dell’Appennino ed essendo originario di Cuneo ha auspicato un gemellaggio della manifestazione con eventi e festival delle Alpi. E che la presentazione della Provincia di Ascoli abbia fatto centro lo dimostra il fatto che molti operatori hanno chiesto informazioni e contatti al Presidente Celani per organizzare tour ed iniziative collegate al Piceno.

“La BIT rappresenta una straordinaria vetrina nazionale e internazionale per far conoscere il nostro territorio e valorizzare le strategie della Provincia in prima linea nel campo dell’accoglienza turistica e del marketing territoriale per esaltare in tutta la sua bellezza un territorio ricchissimo di tradizioni, cultura e natura dalla montagna sino alla costa passando per le città d’arte – ha dichiarato il Presidente Celani – la terza edizione del Festival dell’Appennino, che abbraccerà anche aree delle regioni limitrofe Abruzzo e Umbria, oltre che della Provincia di Fermo, intende promuovere infatti non solo la montagna e la collina ma anche la Riviera creando un’osmosi tra le grandi vie di comunicazione del turismo balneare con i sentieri e i viottoli dell’entroterra.

La cultura – ha proseguito Celani – è sicuramente l’anima della manifestazione con l’obiettivo di trasformare il turismo in una vera e propria ‘industria’ a tutti gli effetti che, essendo non delocalizzabile, può e deve diventare sempre più competitiva. Vorrei infine ricordare i due grandi partner del Festival: la Regione Marche e il BIM che, insieme a tutti i Comuni coinvolti, le Pro Loco, la Compagnia dei Folli e Arte Nomade contribuiranno a rendere la terza edizione imperdibile e straordinariamente affascinante.”

Il Presidente Celani, in chiusura del suo intervento, ha ricordato la presenza alla BIT degli allievi dei corsi promossi dalla Provincia con risorse del Fondo Sociale Europeo di “Manager Turistico”, “Marketing Turistico” e “Tecnico dell’Accoglienza”, per i quali la fiera meneghina rappresenta un’importante occasione di approfondimento e di esperienza pratica. I corsisti erano accompagnati dall’Assessore Aleandro Petrucci che ha sottolineato “l’importanza della formazione professionale come leva per il rilancio del sistema lavoro con l’impegno straordinario della Provincia che ha speso quasi il 92 per cento dei 32 mln di euro di fondi europei ricevuti nel settennio 2007-2013”.

Alla Bit partecipano, come lo scorso anno, alcune studentesse “dell’ITAS Mazzocchi” di Ascoli, dell’Istituto di Istruzione superiore “Capriotti” di S. Benedetto e dell’Istituto “Fazzini” di Grottammare, che, nel corso della giornata, hanno svolto servizio di accoglienza e reception all’interno dello stand della Regione Marche distinguendosi per professionalità e gentilezza.

dalla Provincia di Ascoli Piceno
www.provincia.ap.it
 
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.