Grillo, i pm di Torino chiedono 9 mesi di reclusione

Per ora di formale non c’è nulla. Ma le toghe hanno messo nel mirino Beppe Grillo e il Movimento Cinque Stelle. La prima bordata a Beppe arriva dalla procura di Genova. I magistrati liguri infatti  stanno valutando gli atti per decidere se indagare il leader di Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo per  “istigazione di militari a disobbedire alle leggi”, articolo 266 Cp. La decisione è stata presa a seguito di un esposto del parlamentare e coordinatore dei giovani del Pd Fausto Raciti, che stigmatizzava una lettera aperta di Grillo indirizzata ai vertici di Polizia, Esercito e Carabinieri a non schierarsi a protezione della classe politica italiana.

La lettera ai poliziotti – Raciti ravvisò nella lettera del leader di M5S, appunto, un’istigazione alla disobbedienza e quindi un reato. Lo scritto risale al 10 dicembre scorso e segue le manifestazioni dei Forconi e il clamoroso gesto di alcuni agenti addetti all’ordine pubblico che a Torino, Genova e Milano si sfilarono il casco protettivo. “Alcuni agenti di Polizia e della Guardia di finanza a Torino si sono tolti il casco – scrisse Grillo – si sono fatti riconoscere, hanno guardato negli occhi i loro fratelli. E’ stato un grande gesto e spero che per loro non vi siano conseguenze disciplinari”. Quindi, sosteneva: “Vi chiedo di non proteggere più questa classe politica che ha portato l’Italia allo sfacelo, di non scortarli con le loro macchine blu o al supermercato, di non schierarsi davanti ai palazzi del potere infangati dalla corruzione e dal malaffare. Le forze dell’ordine non meritano un ruolo così degradante. Gli italiani sono dalla vostra parte, unitevi a loro. Nelle prossime manifestazioni ordinate ai vostri ragazzi di togliersi il casco e di fraternizzare con i cittadini. Sarà un segnale rivoluzionario, pacifico, estremo e l’Italia cambierà. In alto i cuori”. La lettera era indirizzata a Leonardo Gallittelli, comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Alessandro Pansa, capo della polizia di Stato e Claudio Graziano, capo di stato maggiore dell’Esercito italiano. Il reato che potrebbe essere contestato prevede una pena che va da un minimo di 2 a un massimo di 5 anni di reclusione.

Il caso No-Tav – Ma come se non bastasse la seconda bordata arrivata dalla procura di Torino rischia di mettere Beppe k.o.  I giudici piemontesi hanno chiesto la condanna a 9 mesi del leader 5 Stelle, nell’ambito del processo ai No Tav per la violazione dei sigilli alla baita Clarea, in Valsusa, un presidio che era stato messo sotto sequestro per abuso edilizio. La pena è stata chiesta dai pm Andrea Padalino e Antonio Rinaudo al processo che vede imputati una ventina di militanti No Tav.

Assedio delle toghe? – Sotto il profilo politico du stangate giudiziarie con alle porte il voto per le europee di certo possono minare la credibilità del leader a Cinque Stelle. Il destino di Beppe comincia ad avere qualche sinistra somiglianza con quello del Cav. Anche Silvio ha sempre guidato la sua carriera politica difendendosi quotidianamente dagli attacchi dei magistrati. Per quell’assedio giudiziario, Berlusconi ha perso il suo posto in Parlamento e richia anche di essere tagliato fuori dalle liste elettorali. Le toghe adesso hanno messo nel mirino Beppe. Il suo consenso probabilmente preoccupa qualcuno che tifa a sinistra…

Fonte:http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1399440/Grillo–i-pm-di-Torino-chiedono-9-mesi-di-reclusione-.html

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

20 risposte a “Grillo, i pm di Torino chiedono 9 mesi di reclusione”

  • Povero Grillo non ha fatto niente di buono per questo paese e fa gia’ la vittima!
    Che delusione , è proprio uguale a un altro miliardario,anche lui pregiudicato,anche lui si dichiara vittima della giustizia.
    Mi sembra un film gia’ visto.

  • aspettiamo e vedremo

  • Grillo è ironico e comunque i soldi li ha guadagnati non rubati come tutti i partiti nessuno escluso, e il cav.

  • UNiCa speranza per uscire da questo delirio di onnipotenza dei partiti che ci sta portando allo sfascio totale è m5s. Si sta vedendo bene cosa sta facendo gianni letta co sta portando alla rovina comr tutti i partiti e omuncoli predecessori….. a massignano sulle bacheche del pd fino a qualche mese fa tutti gli articoli su berlusca fatti e misfatti pure gli articoli di quando andava al bagno, ora niente, scomparso, ora ci sono foto e articoli di beppe Grillo tratti dai giornali SERVI .Questo è un brutto segno c’e’ ancora qualcuno che cerca di fare disinformazione, ciecato dalla fregna. Mmmhaaa

  • CHI FA DISINFORMAZIONE E’ IL MOVIMENTO CINQUE STELLE CHE UTILIZZA LA PROGRAMMAZIONE NEUROLINGUISTICA PER ADDESTRARE I SUOI PARLAMENTARI A UN MODELLO DI COMUNICAZIONE “INFAMANTE”.A RILEVARLO E’ UN DEPUTATO,IVAN CATALANO,CHE CHIEDE A CASALEGGIO DI RIPRENDERSI INDIETRO I CONSULENTI INVIATI A PALAZZO MADAMA E MONTECITORIO.IN ITALIA IL PRIMO AD
    UBARE QUESTA TECNICA IN POLITICA E’ STATO BERLUSCONI

  • Ma cho sei la boldrini? Disinformazione e’ essere proprietario di giornali emittenti televisive. Ai partiti il 90% degli italiani non crede più. Stanno per arrivare al capolinea. Fi pdmenoelle siete finiti state facendo ridere tutto il mondo.siete una massa di incompetenti il pd con quel ladro ci sta portando alla rovina. I parti ti hamno chiuso

  • CARO GRILLINO ADESSO CI PENSA RENZI A MANDARVI AL CAPOLINEA.QUANNDO LA SI BUTTA IN CAGNARA (VEDI IMPICCEMENT) E’ PERCHE’ NON SI HANNO IDEE.
    FORZA RENZI-FORZA PD-FORZA ITALIANI ONESTI-POSSIAMO FARCELA A DISPETTO DEGLI SFASCISTI GRILLINI!!!!

  • Aspettate e vedrete. Renzi con Palazzo Chigi si farà veramente male. Il tempo mi darà ragione. Chi vivrà vedrà.

  • SPERATE NELLE DISGRAZIE ALTRUI PERCHE’ NON AVETE IDEE , O ,SE LE AVETE NON AVETE LE CAPACITA’ PER IMPORLE.CHI E’ CAUSA DEL SUO MAL PIANGA SE STESSO!

  • Fai una disamina di quanto è accaduto e tira le somme sul comportamento del PD. Renzi non è stato eletto dagli italiani. Capisci non è stato eletto dagli italiani.

  • Oggi, San Valentino, Capitan Findus Letta rassegna le sue dimissioni a Napolitano. C’è qualcosa di nuovo, anzi d’antico nell’aria, come nel 14 febbraio del 1929 a Chicago. Allora ci fu la strage degli irlandesi, nel 2014 quella dei lettiani, almeno di quei pochi che non si sono riconvertiti al nuovo padrone vendendogli anche il culo. Il nuovo boss non è Al Capone, ma un carrierista senza scrupoli, in arte Renzie, buon amico di Berlusconi, di Verdini e di gente che avrebbe fatto paura ai gangster del proibizionismo. Le sue credenziali sono ottime. Oltre ad essere un bugiardo incallito, lo vogliono le banche, la Confindustria, De Benedetti, Scaroni, la finanza. Un perfetto uomo di sinistra. Non ci sarà alcuna discussione parlamentare. Letta non chiederà la fiducia, ma prenderà i suoi stracci e se andrà, licenziato come una serva da chi, nel suo partito, fino a ieri ne elogiava l’azione di governo. Al confronto del pdexmenoelle un nido di serpi è un luogo ameno. Napolitano sceglierà Renzie (e non è un capriccio) che non è parlamentare, che non si è mai candidato nel ruolo di presidente del Consiglio durante le elezioni. Lo farà, come lo ha fatto per Monti e per Letta, ignorando il Parlamento, la Costituzione e la volontà degli italiani per la terza volta. Chi ha eletto Renzie? 136 votanti della direzione del pdexmenoelle sempre più simile alPCUS sovietico. Il partito decide, la nazione prende atto, la democrazia può attendere. Ora Napolitano darà via al rito delle consultazioni che dovrebbe per decenza risparmiarci. Un’immensa presa per il culo, il Presidente a vita riceverà le delegazioni dei partiti che rilasceranno all’uscita del Quirinale le solite frasi condite di ipocrisia ormai insopportabile. Se Al Capone ottenne il controllo del mercato degli alcoolici, Renzie otterrà quello delle nomine delle aziende di Stato, come ENI, ENEL, Finmeccanica e Terna che scadono tra due mesi. Dei luoghi dove risiede il potere reale. Letta e Renzie sono dei prestanome, utili a chi li ha sostenuti e li sostiene. Marionette. Il Parlamento e lo stesso Governo sono un’illusione ottica e il Quirinale una monarchia. Dall’esterno il cittadino assiste a una squallida lotta tra bande per il potere mentre “nel fango affonda lo stivale dei maiali”.Partecipa al sondaggio del venerdì (risposta a scelta multipla):

  • Dopo renzi già pronto il successore…. Bergoglio

  • Il manovratore di tutto della vecchia politica stile democristiana è il ducetto Giorgio. Ha messo Renzie a capo del governo votato alle primarie del PD da quattro sgallinati ex PCI e ex PD. Totale 4% degli italiani aventi diritto al voto. Meditate se non è colpo di Stato questo?

  • Pd i tempi dell’URSS sono finiti da un pezzo

  • Questa è l’esatta dimostrazione di quanto affermava il filosofo Giambattista Vico con: “Corsi e ricorsi storici”. Il PD e compagni l’hanno presa alla lettera per conquistare poltrone che altrimenti sognavano. Un Presidente del consiglio non eletto dagli elettori a Palazzo Chigi, questo succede solo da noi.

  • SE QUESTI SONO GLI ARGOMENTI POLITICI DEI GRILLINI IN CAMPAGNA ELETTORALE.SIETE VERAMENTE RIDICOLI!
    BASTA CON QUESTA STORIA “ELETTI DAL POPOLO “!!
    ANCHE HITLER E MUSSOLINI SONO STATI ELETTI DAL POPOLO,NON MI SEMBRA CHE POI SIANO POI STATI TANTO DEMOCRATICI.
    RENZI E’ IL SEGRETARIO DEL PD,IL PARTITO CHE E’ARRIVATO PRIMO ALLE ULTIME ELEZIONI POLITICHE!!!

  • I ridicoli siete voi state aggrappati alle poltrone con gli artigli. Visto che sei tanto preparato in storia, raccontaci quella di Monte Paschi Siena ed anche il patto d’onore che avete fatto con Berlusconi e alfano. State entrando nell oblio. Non sapete più dove sbattere la testa.siete incompetenti lo dimostra la storia non siete mai arrivati a fine mandato d alema prodi bersani letta e tra poco renzie

  • Andate avanti così, non comprendete egregi seguaci del PD che in questa maniera state rafforzando sempre di più Grillo. Alle prossime consultazioni Europee ve ne renderete conto. Non c’è più sordo di chi non vuol sentire. Lo capirete con una bella e sonora batosta.

  • Inutile che rinfangate il passato o minaccIate chi sa quale digrazia per il PD,per il futuro .LA REALTA’ CHE NON RIUSCITE AD AMMETTERE E’ CHE IL PD E’TORNATO A DETTARE ,CON RENZI , L’AGENDA POLITICA DEL PAESE E VOLENTI O NOLENTI TUTTI SI DEVONO ACCODARE E DISCUTERE CIO’ CHE DECIDE RENZI ED IL PD.
    Morirete d’invidia ,E LE ELEZIONI EUROPEE FARANNO
    TORNARE A CASA DEFINITIVAMENTE I GRILLINI,ORA CHE GLI ITALIANI HANNO SAGGIATO LA LORO INCONSISTENZA POLITICA.

  • Inutile che rinfangate il passato o minaccIate chi sa quale digrazia per il PD,per il futuro .LA REALTA’ CHE NON RIUSCITE AD AMMETTERE E’ CHE IL PD E’TORNATO A DETTARE ,CON RENZI , L’AGENDA POLITICA DEL PAESE E VOLENTI O NOLENTI TUTTI SI DEVONO ACCODARE E DISCUTERE CIO’ CHE DECIDE RENZI ED IL PD.
    Morirete d’invidia e d’inedia.