Golosi di cioccolato, golosi di salute

Golosi di cioccolato, golosi di salute

cioccolato frutta

Il cioccolato è da molti considerato emblema di golosità. Dentro a tavolette e praline si nasconde però molto più che un semplice dolcetto. Il merito è tutto del cacao, alimento dalle numerose proprietà salutari. Ricca di antiossidanti, la sua polvere contrasta l’effetto negativo del colesterolo “cattivo”, ma non solo. Ecco i suoi benefici.

Polifenoli a volontà. Fra i composti più abbondanti nel cacao ci sono i polifenoli, presenti in quantità anche maggiori rispetto a quelle tipiche del vino o del tè. Uno studio pubblicato sul British Journal of Nutrition ha dimostrato che consumare ogni giorno, per 2 settimane, 20 grammi di cioccolato fondente contenente da 500 a 1000 mg di queste molecole permette alle persone obese o in sovrappeso di ridurre significativamente sia i valori della glicemia a digiuno, sia quelli della pressione sanguigna. Il cacao, insomma, aiuta a contrastare diabete e ipertensione.

Antiossidanti per la pelle. I flavonoidi del cacao aiutano a proteggere la pelle dall’azione nociva delle radiazioni ultraviolette, contrastando così la formazione di antiestetiche macchie. Per di più l’effetto vasodilatatore del cacao migliora la circolazione nella cute.

Una sferzata di buonumore e di energia. Il cacao contiene anche feniletilammina, una molecola che agisce sul cervello promuovendo il rilascio di endorfine che riducono la sensibilità al dolore e favoriscono il buonumore. Non solo, anche la teobromina e la serotonina agiscono sul sistema nervoso centrale. Il risultato finale è un miglioramento dell’umore, cui si aggiunge l’effetto stimolante della caffeina, che anche se presente in quantità 10 volte inferiori rispetto a quelle tipiche del caffè, aiuta a favorire un potenziamento delle capacità di concentrazione.

Purtroppo tutti questi benefici non giustificano un consumo eccessivo di cioccolato. Al suo interno, infatti, non è presente solo cacao, ma anche zuccheri, grassi e molte calorie. In generale, gli effetti benefici sono maggiori quando si consuma cioccolato fondente, ma anche in questo caso non bisogna esagerare.

Tenendo bene a mente questa regola fondamentale è possibile sbizzarrire la fantasia culinaria senza limitarsi a considerare il cioccolato un semplice dolce. Spostando lo sguardo al di là delle pagine dei libri di cucina nostrana si scopre infatti che cioccolato e cacao possono essere utilizzati anche per preparare primi e secondi piatti salati. Le tagliatelle con l’aggiunta di cacao nell’impasto sono già abbastanza note anche nel Bel Paese; meno famose, probabilmente, sono le salse a base di cacao abbinate al pollo, al tacchino, al coniglio e anche ai frutti di mare. Passando al dessert, i dolci non sono le uniche preparazioni da sfruttare per beneficiare delle doti del cacao: un buon pasto può essere concluso anche con della frutta – fragole, banane, ananas, agrumi e chi più ne ha più ne metta – glassata con cioccolata liquida. Quale modo è migliore per concludere con un buon appetito?

 Foto: © PHB.cz – Fotolia.com

Fonte:https://postesalute.poste.it/index.shtml?WT.ac=PCOM-postesalute-sito-servizi-HP-v1-15112013&WT.mc_id=CMP_PS_BannerHpPoste-it_v1_25112013

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.