Falliti i negoziati sulla Grecia Rischio default, ma l’euro resiste

Critiche alla decisione di Tsipras sul referendum del 5 luglio. Il programma di aiuti scade il 30 giugno. Varoufakis: «Danneggiata la credibilità dell’Eurogruppo»

Peccato, ci eravamo quasi»: è una fonte comunitaria non meglio precisata a dare il senso dell’improvviso blocco dei negoziati tra vertici europei e governo di Atene. Per la prima volta i ministri delle Finanze dell’area euro sabato pomeriggio si sono riuniti per l’Eurogruppo, convocato in sessione straordinaria, senza la partecipazione della delegazione greca, che ha lasciato Bruxelles: la riunione, terminata poco dopo le 20, è stata all’insegna della «delusione» per la decisione del governo Tsipras di indire un referendum che è stato considerato come un segnale di rottura unilaterale del negoziato. Sul tavolo dell’Eurogruppo senza Atene c’era ancora una volta l’esame di un fallimento ordinato della Grecia, quando il 30 giugno scadrà l’attuale programma di salvataggio e Atene dovrà ripagare 1,6 miliardi di euro al Fmi, e le conseguenze sull’area euro: il default è ad un passo e bisogna garantire – ha spiegato il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem- «la stabilità finanziaria dell’Eurozona» facendo «qualunque cosa sia necessario». «La decisione di abbandonare il tavolo – ha sottolineato Dijsselbloem puntando il dito contro Atene – è stata presa dalla Grecia, ed è arrivata nel momento sbagliato: quando non erano stati ancora definiti tutti i dettagli sul piano. La parte ellenica ha deciso di abbandonare i negoziati mentre questi erano ancora in corso e di interpellare il popolo greco dando un’indicazione negativa di voto». Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato anche il presidente della Bce, Mario Draghi, e il direttore generale dell’Fmi, Christine Lagarde, sono stati esaminati gli scenari per un fallimento ordinato della Grecia e le azioni da attuare per minimizzare le conseguenze sull’area euro. «Il Piano B è diventato il piano A», ha sintetizzato il ministro finlandese Alexander Stubb.

Fonte: http://www.corriere.it/economia/15_giugno_27/eurogruppo-richieste-grecia-respinte-d4607958-1ce1-11e5-b9b9-2371cb339323.shtml

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.