Efficienza energetica, dal 26 settembre etichetta green per riscaldamento e acqua

Nuovo passo avanti sul fronte dell’efficienza energetica. Da domani, 26 settembre, produttori, rivenditori e installatori avranno l’obbligo di esporre l’etichetta energetica su tutti i sistemi termici per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. “Grazie a questa etichetta, ogni consumatore potrà avere maggiori informazioni sull’efficienza e l’impatto ambientale dei prodotti e avrà quindi modo di orientarsi meglio tra le soluzioni offerte dal mercato” afferma Legambiente che con Assolterm promuove l’introduzione dell’etichetta energetica attraverso il progetto LabelPack A+, finanziato dalla Commissione Europea, e portato avanti in Italia e in altri paesi dell’Unione (Germania, Francia, Inghilterra, Austria, Portogallo).

Le etichette saranno di 2 tipi, una riguarda i singoli componenti, e una di sistema o di pacchetto che riguarda l’impianto di riscaldamento e/o produzione di acqua calda nel suo insieme. Della prima sono responsabili i produttori mentre della seconda è responsabile chi compone il pacchetto, quindi di solito l’installatore. Il progetto LabelPack A+ si concentra in particolare sui sistemi di riscaldamento in cui al generatore di calore (caldaia, pompa di calore…) si aggiungono altri componenti che ne migliorano l’efficienza o che permettono di sfruttare energie rinnovabili, come il solare termico.

Da sabato 26 settembre, in tutti i paesi dell’Unione europea sarà infatti obbligatorio apporre l’etichetta su apparecchi per la produzione di calore e acqua calda sanitaria con potenza inferiore ai 70 kW, inclusi i pannelli solari con serbatoi con capacità inferiore ai 500 lt. Potranno essere venduti e installati solo apparecchi termici che espongono l’etichetta energetica (dalla lettera G per i sistemi meno efficienti ad A+++ per i migliori). Per il momento rimangono esclusi i sistemi a biomassa.

“Questa nuova etichetta energetica -spiega Legambiente- di sistema seppur molto simile a quella usata per i dispositivi elettrici come frigoriferi o lampadine, differisce da questa per diversi aspetti e talvolta non è così semplice da calcolare”. Da qui, spiegano l’associazione ambientalista e Assolterm- nasce l’importanza del progetto europeo LabelPackA+ che prevede di informare e formare produttori, rivenditori e installatori proprio su questo tema”. Particolare supporto sarà fornito a rivenditori e installatori. Questi ultimi, secondo quanto previsto dalla direttiva europea, sono infatti i soggetti chiamati a calcolare e rilasciare l’etichetta energetica di sistema.

“Per facilitare il compito a tutti gli installatori, il progetto LabelPackA+ ha previsto lo sviluppo di un apposito applicativo informatico gratuito disponibile online in grado di aiutare i tecnici a redigere l’etichetta energetica” commenta Sergio D’Alessandris, presidente di Assolterm. “Il mercato delle caldaie è molto rilevante -rimarca Sabbadin, responsabile efficienza energetica di Legambiente- su 19 milioni, una gran parte ha più di 15 anni e la percentuale di caldaie efficienti a condensazione che si installano ogni anno in Italia non raggiunge il 50%”.

Fonte: http://www.tzetze.it/redazione/2015/09/efficienza_energetica_dal_26_settembre_etichetta_green_per_riscaldamento_e_acqua/

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.