Economia e Finanza

I più parsimoniosi d’Italia? Siamo noi marchigiani. Lo dice il rapporto UniCredit-Pioneer, che evidenzia anche delle criticità

La popolazione marchigiana più parsimoniosa del resto d’Italia. I consumi si riducono più della media nazionale e il risparmio è più elevato.

Se un italiano medio risparmia 2.270 euro a fine anno, un marchigiano ne accantona 3.260. Quasi mille euro in più. Anche perchè i redditi, pur in contrazione, restano più alti della media nazionale. La ricchezza pro capite (63.980 euro) è addirittura in recupero rispetto al 2011 (63.100 euro).
È quanto emerge dal report dell’Osservatorio UniCredit-Pioneer Investments sulle dinamiche di consumi, risparmio e ricchezza delle famiglie. Lo studio si basa sui dati raccolti fra il 1995 e il 2011 e su indicazioni predittive per il 2012.
I consumi delle famiglie marchigiane appaiono nel 2012 in contrazione: meno 5 per cento rispetto all’anno scorso. Un dato peggiore rispetto alla media italiana (meno 3,5%). Da notare che nel 2011 era stata invece registrata una crescita del 2,8% rispetto al 2010, mentre a livello nazionale non emersero variazioni. Questo mostra una inversione di tendenza nell’andamento dei consumi regionali che, se confrontati col trend nazionale, evidenzia una significativa battuta d’arresto per le Marche nel 2012.

Fonte: http://www.informazione.tv/index.php?action=index&p=56&art=39179

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.