Cena delle Contrade: l’unione di un paese

La Cena delle Contrade è stata veramente un successo e di questo dobbiamo ringraziare gli organizzatori che hanno avuto il coraggio di farlo dopo il famoso esposto.

Tanta gente è accorsa a questa cena tanto che alla fine gli organizzatori hanno dovuto rifiutare le ultime richieste di partecipazione. Non è stato importante il numero di persone (circa 400) ma l’importante è che queste abbiano ascoltato solo la voce di ragazzi desiderosi di tenere unita una comunità, invece di ascoltare la voce solitaria di qualche disfattista.

I cittadini hanno bisogno in un momento come questo, pieno di incertezze e solitudine, per stare insieme, per scambiare qualche parola e soprattutto per dimenticare i proprio problemi, almeno per qualche ora. Quel partecipare tutti al gioco delle freccette non è forse un desiderio unanime, più che di vincere o superare gli altri, di stare insieme come bambini?

Mai chiudersi quindi ma partecipare alla vita sociale, aiutandosi sempre a vicenda. Ed i momenti come la Cena delle Contrade contribuiranno a farlo.

Grazie a tutti i partecipanti ed organizzatori.

P.B.

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.