Bio e tipico: le foto

Grande successo ha riscosso la manifestazione di Bio e Tipico in piazza organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Coldiretti, AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) e le realtà produttive del territorio paesano. Bio e Tipico è l’anteprima della Biodomenica che si terrà nelle principali piazze italiane, nella nostra regione ad Ancona il 9 ottobre, nel corso della quale si potrà gustare le migliori produzioni biologiche del territorio marchigiano. La manifestazione è stata animata il sabato dalla giornata di sensibilizzazione ambientale “Puliamo il Mondo” promossa dall’Assessorato all’Ambiente, che ha coinvolto gli allievi della scuola Primaria e Secondaria di I grado nella pulizia di un’area pubblica come il Viale della Rimembranza, dove gli alunni muniti di un kit per la raccolta differenziata si sono prodigati nella raccolta e selezione del materiale. Al termine come ricompensa un ricco buffet offerto dall’Amministrazione comunale. La domenica, per le vie del paese  vi è stato il mercato di prodotti da agricoltura biologica e tipici locali che ha coinvolto più di quaranta aziende. Una intera via è stata dedicata all’esposizione delle piante grasse, rinominata per l’occasione “passeggiata nella via grassea”. Un occhio anche ad alcuni mestieri antichi per non far perdere un grande patrimonio culturale come: il vasaio che realizzava al momento al tornio oggetti in argilla, il canestraio che invece costruiva cesti ed accessori ad uso contadino, il fischiettaro che proponeva fischietti e pipe in terracotta tipiche di Massignano. In un angolo particolarmente attrezzato con fuoco a legna, veniva preparato, in grosso paiolo di circa 5 ettolitri, il vino cotto. Ai visitatori veniva offerto un assaggio di mele cotogne e rose cotte nel mosto, biscotti al vino cotto e degustazione dello stesso dell’anno precedente. Nella sala consiliare tra la mostra pittorica “Il sapore dei ricordi” dell’artista Giuseppe Alesiani si è svolto il convegno tenuto dagli esperti del settore sul biologico e sulle prospettive future. Nel pomeriggio molto partecipato è stato il minicorso sull’introduzione all’assaggio dell’olio extravergine di oliva proposto dalla società cooperativa Produttori Olivicoli dell’Italia Centrale a cura dell’insegnante Leonardo Seghetti dell’Istituto tecnico agrario di Ascoli Piceno. Una manifestazione molto apprezzata dai consumatori che cercano di acquistare sempre più prodotti sani e genuini tenendo d’occhio il fatto della stagionalità, costo del prodotto, controllabilità e qualità riconosciuta e che provengono soprattutto dalla nostra zona. L’evento ha come finalità prioritaria quella di ricordare e non far perdere il grande patrimonio di cultura e tradizioni che fanno la storia di un popolo.

LuigVer

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.