Acido fosforico nella Coca Cola

Acido fosforico nella Coca Cola: parte la class action

(Video di repertorio: Rimuove la ruggine dalla sua auto con la Coca Cola)

Nel primo trimestre del 2014, per la prima volta in 15 anni, le vendite di Coca Cola nel mondo sono diminuite. I consumatori, riporta Natural News, sono sempre più preoccupati per il loro giro vita, per la possibilità di contrarre il diabete e per la propria salute in generale e stanno pian piano abbandonando zuccheri, coloranti, aromi artificiali e conservanti.

Questo sarebbe il motivo per cui Coca Cola sta lanciando una nuova campagna marketing rivolta ai clienti più attenti agli aspetti salutistici. L’azienda ha già iniziato ad ornare bottiglie e lattine di Coca Cola con etichette in cui si legge senza aggiunta di aromi artificiali e conservanti.
Questa potrebbe sembrare una notizia positiva, se non fosse che nella Coca Cola è presente l’acido fosforico, che è, essenzialmente, un aroma artificiale ed un conservante. Oltretutto, l’acido fosforico causa problemi ai reni e altera la densità ossea. Quindi, si chiede Natural News, “la nuova etichetta della Coca Cola è una vera e propria bugia?”.

L’acido fosforico conferisce acidità alle bibite e dà a queste un gusto forte, nonostante sia inodore e incolore. Ed è questo l’acido che permette di rimuovere la ruggine dalla Coca Cola. Composti simili si trovano anche nella carne e nei latticini, cosa che spiega il motivo per cui questi prodotti causano infiammazioni nel nostro organismo.

LE CLASS ACTION – Nell’ottobre del 2013 Paul Merrit fece partire una class action contro Coca Cola per le scritte sulle etichette, alla quale seguì un’altra nel marzo del 2014 da parte di Ronald Sowizrol. Ora George Engurasoff e Joshua Ogden hanno presentato una nuova class action, e chiedono che l’azienda informi i consumatori della presenza di acido fosforico invece di “far finta che non esista”. Coca Cola, però, sostiene che l’acido fosforico non è un aroma artificiale in quanto non compare nella lista del Food and Drug Administration. Ma Jeffrey White, giudice distrettuale americano, ha risposto a Coca Cola, affermando che la lista dell’FDA non è esaustiva e che l’assenza dell’acido fosforico in quella lista non significa che l’FDA abbia scoperto che quest’acido non è un aroma artificiale.

Fonte:

http://www.lafucina.it/2014/08/29/acido-fosforico-nella-coca-cola/

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Autore articolo:

La tua email non sarà visibile.